Porto Selvaggio parco naturale e la natura incontaminata nel Salento

L’Area marina protetta di Porto Selavaggio e della Palude del capitano è uno dei luoghi più suggestivi del Salento, essendo lontano da tutte le più importanti località della zona ha potuto conservare il suo fascino più incontaminato.

Si tratta di un parco naturale istituito ufficialmente nel 2006, ma che comprende altri parchi istituiti in precedenza, come quello di “Porto Selvaggio – Torre Uluzzo” (1980) e quello della “Palude del Capitano” (1997)

Area marina di Porto Selvaggio e della Palude del Capitano

Situato lungo il litorae ionico, tra Gallipoli e Porto Cesareo, si tratta di un’area protetta di ben 1122 ettari completamente inserita nel territorio del comune di Nardò e comprende da nord a sud Torre Inserraglio, Torre Uluzzo e la Torre dell’Alto che è il confine meridionale dell’area, da cui si può ammirare anche la bellissima Santa Caterina.

L’importanza dell’area, oltre alla bellezza paesaggistica, è dovuta alla sua ricchezza biologica, con alcune specie animali e vegetali ormai rare, difficili da incontrare in altre zone.

La “Grotta del Cavallo” invece deve la sua importanza ad alcuni ritrovamenti fatti al suo interno, ossa e disegni rupestri che fanno pensare che quest’aria sia stata abitata dai primi Homo sapiens europei, come riportato da National Geogragphic.

La costa di Porto Selvaggio

La bellezza di Porto Selvaggio è assolutamente magica, per raggiungere il mare è necessario camminare in una antica pineta per circa 20 minuti, ma la fatica è ripagata dalla vista spettacolare che si può godere una volta giunti sulla riva.

A differnze di altre zone come Gallipoli o Pescoluse, la costa è rocciosa, ma comunque di facle accesso grazie ad una piccola insenatura di ciottoli.

Con un paio di scarpette da scoglio la cosa migliore è avventurarsi verso calette più isolate e lontane, che daranno davvero la sensazione di trovarsi in un posto incontaminato e selvaggio.

In ogni caso ovunque decidiate di fermarvi, avrete sempre la certezza di trovare un mare trasparente e limpido come il cristallo.

Foto panoramica parco Porto Selvaggio Salento

Come raggiungere il parco di Porto Selvaggio

Ci sono vari modi per raggiungere Porto Selvaggio, per chi viene da Gallipoli è possibile seguire la litoranea in direzione nord, seguendo le indicazioni per Santa Caterina, altrimenti venendo da Lecce o dall’aeroporto di Brindisi, la strada più comoda da percorrere è la SS101 e prendere l’uscita per Nardò al Km31, da qui proseguire sempre per Santa Caterina lungo la strada provinciale SP17.