Centro storico di Specchia scopri il gioiello nel cuore del Salento

Situato nel cuore del Salento, il Centro storico di Specchia  è un piccolo gioiello della provincia di Lecce. Con le sue stradine lastricate, le chiese barocche e i palazzi signorili, Specchia è un luogo affascinante e ricco di storia. In questo articolo, ti porteremo alla scoperta di Specchia e ti mostreremo perché questo borgo è una meta imperdibile per chi visita il Salento.

La storia di Specchia

Specchia è un borgo antico che risale all’epoca romana, anche se la maggior parte delle sue strutture attuali risalgono al periodo tra il XVI e il XVIII secolo. Nel corso dei secoli, Specchia ha avuto un ruolo importante nella difesa del territorio salentino grazie alla sua posizione strategica. Il borgo è stato anche un centro importante per la produzione di olio d’oliva e vino, che sono ancora tra i prodotti tipici della zona.

La storia di Specchia è affascinante e complessa, abbracciando diverse epoche e culture che si sono succedute nel corso dei secoli. Per comprendere meglio il passato di questo centro storico salentino, è utile ripercorrere alcune delle tappe più significative della sua evoluzione. Le prime tracce di insediamenti umani nel territorio di Specchia risalgono all’epoca romana. Gli antichi romani avevano identificato in questa zona un punto strategico per il controllo del territorio salentino e per la difesa dalle invasioni provenienti dal mare. Durante l’epoca romana, Specchia era probabilmente un piccolo centro abitato, circondato da terreni coltivati e villae rusticae.

Con la caduta dell’Impero Romano d’Occidente e l’avvento del Medioevo, Specchia passò sotto il controllo dei Bizantini, che governarono la regione tra il VI e l’XI secolo. Durante questo periodo, il borgo conobbe un certo sviluppo, grazie all’introduzione di nuove tecniche agricole e alla costruzione di chiese e monasteri. L’influenza bizantina è ancora visibile in alcuni elementi architettonici e nelle tradizioni religiose locali.

A partire dall’XI secolo, il Salento passò sotto il controllo dei Normanni e, successivamente, degli Svevi. Durante questo periodo, Specchia fu coinvolta nelle lotte tra le diverse fazioni nobiliari e feudali che si contendevano il dominio sulla regione. Il borgo fu anche teatro di scontri tra i crociati e le popolazioni locali, che si opponevano al potere centrale.  Tra il XV e il XVIII secolo, Specchia conobbe un periodo di grande splendore, grazie all’arrivo di famiglie nobili e alla costruzione di palazzi e chiese in stile barocco. In questo periodo, il borgo divenne un importante centro per la produzione di olio d’oliva e vino, contribuendo alla prosperità dell’economia locale.

Nel corso del XIX secolo, Specchia fu coinvolta nelle vicende del Risorgimento italiano e nella lotta per l’indipendenza e l’unità nazionale.

Il borgo partecipò attivamente alla rivoluzione del 1848 e alla spedizione dei Mille, contribuendo alla nascita del Regno d’Italia nel 1861. Nel corso del XX secolo, Specchia ha vissuto i grandi cambiamenti della storia italiana, dalla Prima Guerra Mondiale al Fascismo, dalla Seconda Guerra Mondiale alla Repubblica.

Oggi, il borgo è una meta turistica di grande fascino e un luogo dove è possibile immergersi nella storia e nella cultura del Salento.

L’architettura del Centro storico di Specchia

Il centro storico di Specchia è caratterizzato da un’architettura tipica del Salento, con un mix di stili che spazia dal barocco al neoclassico. Tra i principali edifici di interesse architettonico, spiccano il Palazzo Risolo e la Chiesa di Santa Eufemia.

  • Palazzo Risolo
    Il Palazzo Risolo è un imponente edificio del XVII secolo che si affaccia sulla Piazza del Popolo. Un tempo residenza della famiglia aristocratica Risolo, il palazzo è oggi sede del municipio di Specchia e ospita eventi culturali e mostre d’arte.
  • Chiesa di Santa Eufemia
    La Chiesa di Santa Eufemia è un esempio di architettura barocca del XVIII secolo. Caratterizzata da una ricca facciata decorata con stucchi e bassorilievi, la chiesa custodisce al suo interno affreschi e opere d’arte di grande valore artistico.
  • La bellezza del centro storico
    Il fascino di Specchia è in gran parte dovuto al suo ben conservato centro storico, che si snoda tra vicoli e piazze suggestive.
  • Piazza del Popolo
    La Piazza del Popolo è il cuore pulsante del borgo antico di Specchia. Circondata da palazzi storici e barocchi, la piazza è il luogo ideale per una passeggiata o per concedersi una pausa in uno dei caratteristici bar e caffè.
  • Le viuzze caratteristiche
    Le strette viuzze lastricate del centro storico di Specchia sono un vero e proprio labirinto di fascino e storia. Passeggiando tra queste stradine, si ha la sensazione di fare un salto indietro nel tempo, immergendosi nell’atmosfera di un’epoca passata.
  • La cultura e le tradizioni di Specchia
    Specchia è un borgo ricco di cultura e tradizioni, che si manifestano attraverso eventi, spettacoli e feste popolari.
  • Il teatro comunale
    Il teatro comunale di Specchia, situato all’interno di un antico palazzo, è un piccolo gioiello dove si svolgono spettacoli teatrali, concerti e incontri culturali durante tutto l’anno.
  • Le sagre e le feste
    Le sagre e le feste popolari di Specchia sono un’occasione per scoprire e assaporare i piatti tipici della tradizione salentina. Tra le più importanti, la Sagra del Pesce e la Festa di San Rocco attirano ogni anno numerosi visitatori e turisti.
  • La natura e i dintorni
    Specchia è circondata da un paesaggio naturale di grande bellezza, che offre diverse opportunità di escursioni e attività all’aria aperta.
  • Il Parco Naturale Regionale Costa Otranto-Santa Maria di Leuca
    Il Parco Naturale Regionale Costa Otranto-Santa Maria di Leuca si estende lungo la costa adriatica del Salento e offre paesaggi mozzafiato, calette nascoste e sentieri per escursioni a piedi o in bicicletta.
  • Le spiagge nelle vicinanze
    A pochi chilometri da Specchia, si trovano alcune delle spiagge più belle del Salento, come Marina di Pescoluse e Torre Vado. Queste località balneari sono ideali per trascorrere una giornata di sole e mare, immergendosi nelle acque cristalline del Mediterraneo.

Come arrivare a Specchia

Specchia è facilmente raggiungibile in auto, percorrendo la strada statale 275 che collega Maglie a Santa Maria di Leuca. Inoltre, è possibile arrivare a Specchia in autobus dalle principali città della provincia di Lecce, come Lecce, Maglie e Gallipoli.

  • Dove alloggiare e mangiare
    Specchia offre diverse opzioni per alloggiare e gustare i sapori della cucina locale.
  • Alloggi di charme
    Nel borgo antico di Specchia, si possono trovare diverse soluzioni di alloggio, dai caratteristici bed & breakfast alle case vacanza. Queste strutture offrono un’esperienza autentica e accogliente, permettendo di immergersi nell’atmosfera del borgo.
  • Ristoranti tipici
    I ristoranti di Specchia propongono una cucina tipica salentina, ricca di sapori e tradizioni. Tra le specialità da provare, le “pittule” (frittelle di pasta lievitata), la “ciceri e tria” (piatto a base di pasta fatta in casa e ceci) e il “pettole” (dolce fritto tipico del periodo natalizio).

Il borgo antico di Specchia è una meta imperdibile per chi visita il Salento. La sua storia, l’architettura, la cultura e la natura circostante ne fanno un luogo affascinante e ricco di fascino. Se stai pianificando un viaggio in Puglia, non dimenticare di aggiungere Specchia al tuo itinerario.

Domande frequenti

  1. Qual è il periodo migliore per visitare Specchia? Il periodo migliore per visitare Specchia è la primavera o l’autunno, quando il clima è mite e le spiagge sono meno affollate.
  2. È possibile visitare Specchia in un solo giorno? Sì, è possibile visitare Specchia in un solo giorno, ma per apprezzare appieno la sua bellezza e le sue attrazioni, è consigliabile dedicare almeno un paio di giorni al soggiorno.
  3. Quali sono le principali attrazioni di Specchia? Le principali attrazioni di Specchia includono il Palazzo Risolo, la Chiesa di Santa Eufemia, la Piazza del Popolo e il centro storico con le sue caratteristiche viuzze.
  4. Quali sono i piatti tipici della cucina salentina che si possono assaggiare a Specchia? Tra i piatti tipici della cucina salentina che si possono assaggiare a Specchia, ci sono le “pittule”, la “ciceri e tria” e il “pettole”.
  5. Come posso raggiungere Specchia dai principali aeroporti pugliesi? Dagli aeroporti di Brindisi e Bari, è possibile prendere un autobus o un treno fino a Lecce, e da lì proseguire con un autobus diretto a Specchia, oppure richiedere un Ncc per Lecce e provincia come Salentocab
Alcune immagini appartengono a Paul Barker Hemings concesse in licenza .